Cosa sono le immagini di un disco e come utilizzarle

File in formato .ISO.
Molto spesso, sopratutto se si utilizza la rete P2P o altri network di condivisione, può capitare di imbattersi in files aventi estensione .ISO, .IMG.BIN, .MDF, .MDS e molti altri. Questi files sono immagini di un disco, e l’ISO è uno dei formati più usati per la diffusione di questi tipo di file. L’immagine di un disco è una copia assolutamente fedele del supporto originale , che può essere, ad esempio, un CD-ROM, un DVD, un Hard Disk, una chiavetta USB o qualsiasi altro supporto su cui è possibile immagazzinare dati. La peculiarità di questi file è rappresentata dalla semplicità con cui si possono creare e distribuire.

Se veniamo in possesso di un file con estensione .ISO, o di una qualsiasi altra immagine di un disco, e vogliamo utilizzarla sarà necessario masterizzarla su di un CD-ROM/DVD. In alternativa, se non si hanno a portata di mano dei supporti fisici su cui masterizzare il file, possiamo “montare” la nostra immagine in un drive virtuale. In altre parole, tramite l’utilizzo di un software che simula un lettore CD/DVD virtuale, saremo in grado di leggere il nostro supporto virtuale e di poterlo avviare come un normalissimo dischetto.

Chi ha dimestichezza con il mondo Linux e quello di Mac OS X sa che in realtà questa funzionalità è implementata nel sistema operativo, che non avrà nessun problema a montare ed avviare un’immagine virtuale senza installare alcun programma. Anche nel sistema operativo della Microsoft è stata implementata questa funzione, ma solo da Windows 8 in poi. Nelle versioni precedenti di Windows è invece necessario utilizzare un software apposito. In giro se ne trovano di gratuiti ed a pagamento, come Daemon Tools Lite o Virtual CloneDrive.
Daemon Tools Lite, software in grado di aprire file di immagine di un disco.

Daemon Tools Lite, software in grado di aprire file di immagine di un disco.

E’ anche possibile aprire l’immagine di un disco tramite un semplice software di compressione/decompressione, come ad esempio WinRar o 7zip, ma è sempre meglio montarle su un drive virtuale con uno dei programmi elencati in precedenza.
Se invece siete interessati nella creazione di questo tipo di file potete utilizzare ImgBurn, che vi permette di creare immagini virtuali non solo di un CD/DVD ma anche di file presenti sul proprio Hard Disk o su una pennetta USB.

Conoscevi già questi programmi? Ne utilizzi degli altri? Fammelo sapere nei commenti!

Se hai trovato il post interessante puoi commentare, mettere un mi piace e/o condividerlo sul social network che più preferisci attraverso i tasti qui sotto. 

Per non perdere nemmeno un’articolo puoi iscriverti alla pagina Facebook del sito o alla nostra newsletter!

Leggi anche