iOS, ecco come la Apple ha reinventato il telefono

iOS Logo

LiOS (abbreviazione di iPhone OS) è un sistema operativo mobile sviluppato dalla Apple presentato il 9 gennaio del 2007 insieme al primo device che ne faceva uso, l’iPhone EDGE.

Durante la presentazione, in realtà, venne dichiarato che il sistema operativo dell’iPhone EDGE era Mac OS X (con precisione la versione Leopard). Successivamente, venne svelato che il sistema operativo, ancora senza nome, si basava sullo stesso kernel di quest’ultimo, ma risultava impossibile eseguire le applicazioni di Mac OS X sull’iPhone, almeno non senza apportare delle modifiche. Il primo nome ufficiale , iPhone OS, fu svelato solo successivamente e, dopo diversi anni (nel 2010), venne contratto in iOS.
Il sistema operativo, seppure rivoluzionario ed innovativo, presentava diverse features mancanti, come la possibilità di inviare MMS che all’epoca erano molto popolari oppure copiare eo incollare un porzione di testo. Fin da subito era inoltre palese la natura closed del sistema e la personalizzazione del tutto assente.

Le cose iniziano a cambiare l’anno successivo quando, l’11 luglio del 2008, avviene la presentazione di iOS 2.0 e di una nuova versione del Melafonino che prende il nome di iPhone 3G.
Questa nuovo aggiornamento del sistema operativo aggiunge la possibilità di installare diverse applicazioni tramite l’App Store, con la possibilità quindi di andare a personalizzare il proprio device a piacimento.
iOS 3.0 viene rilasciato il 17 giugno 2009 è aggiunge molte delle funzioni richieste dagli utenti ormai da tempo : è finalmente possibile inviare gli MMS e viene aggiunto il copia e incolla.

Il primo iPad, tablet della Apple commercializzato nell’aprile del 2010, ha avuto inizialmente delle versioni custom di iOS 3, fino all’unificazione del sistema con gli altri dispositivi con la versione 4.2.1.

Le feature dell'aggiornamento di sistema iOS 4

Le feature dell’aggiornamento di sistema iOS 4

Tuttavia, solo con l’avvento di iOS 4 nel 2010 si hanno delle ricche novità, alcune delle quali derivate dai diretti concorrenti come Android, che pur essendo stato lanciato con un’anno di ritardo rispetto ad iOS 1.0 poteva vantare già su una fetta di utenza considerevole. Tra le aggiunte più attese è presente il Multitasking che permette di tenere aperte più App contemporaneamente o di eseguirle in background. Questa funzionalità non era stata implementata in precedenza per non compromettere ne autonomia ne reattività del device. Tra le altre novità di rilievo troviamo un Correttore Ortografico migliore, la possibilità di creare cartelle ed una nuova applicazione, iBook, che trasforma, all’occorrenza, il device in un ebook Reader.

Nel giugno del 2011 è stata presentata la quinta versione di iOS. Quello che salta subito all’occhio è il rinnovato sistema di notifiche, completamente rivoluzionato e l’introduzione di Siri, un’assistente vocale. In iOS 5 tutte le notifiche vengono raggruppate in ciò che può essere definito un vero e proprio centro delle notifiche, richiamabile facendo uno swipe verso il basso partendo dalla status bar. Tra le altre cose, adesso è possibile scambiare messaggi gratuitamente attraverso l’applicazione iMessage, a patto di trovarsi sotto connessione 3G o WiFi.

Seguendo il trend annuale di rilascio, la sesta versione di iOS arriva nel giugno del 2012. Le novità più importanti sono la sostituzione di Google Maps con un’applicazione mappe completamente rinnovata sviluppata dalla Apple stessa, l’inclusione della lingua italiana per l’assistente vocale Siri e la completa integrazione con Facebook.

iOS 7 sfoggia una grafica tutta nuova in stile flat, rispetto alle vecchie versione del sistema operativo.

iOS 7 sfoggia una grafica tutta nuova in stile flat, rispetto alle vecchie versione del sistema operativo.

Il 10 giugno 2013 è stata presentata la settima versione di iOS con uno stile grafico completamente rinnovato, con icone flat e molto più semplici e colorate. Altro rinnovamento totale è il multitasking, adesso più attuale e al pari dei sistemi concorrenti come Android.

L’ultima versione di iOS è la 8.0, presentata Il 2 giugno 2014. La grafica, rispetto a iOS 7, rimane invariata ma vengono implementate diverse nuove funzionalità come la possibilità di inviare anche messaggi vocali con iMessage o la possibilità di rispondere velocemente ad un messaggio tramite Quick Reply. Sono state apportate alcune modifiche anche alla tastiera, ora predittiva e con l’aggiunta di un dizionario al di sopra di quest’ultima, rendendola molto più simile a quella di Android. Inoltre è adesso possibile installare altre tastiere tramite App Store. Ma la novità più importante è data dalla profonda integrazione tra il sistema operativo OS X ed i device animati dal sistema iOS, denominata continuity. Se vuoi approfondire questo argomento ti consiglio di leggere questo articolo.

Se hai trovato il post interessante puoi commentare, mettere un mi piace e/o condividerlo sul social network che più preferisci attraverso i tasti qui sotto. 

Per non perdere nemmeno un’articolo puoi iscriverti alla pagina Facebook del sito o alla nostra newsletter!

Leggi anche