Ecco Dei Buoni Motivi Per Preferire Telegram a WhatsApp

telegram-vs-whatsapp

Alzi la mano chi non usa WhatsApp! Ok, questa era semplice… Adesso, chi di voi utilizza Telegram? Lo conoscete solo per sentito dire? Dopo averlo provato per circa un mese ecco perché lo preferisco e lo reputo superiore a WhatsApp.

Premessa

WhatsApp è probabilmente uno tra i programmi di messaggistica istantanea più usati al mondo, ma ciò non implica necessariamente che sia il migliore (non lo è). Tra le tante alternative a WhatsApp troviamo Telegram, completamente gratuito (lo è sempre stato) ed open-source. Ma le differenze tra WhatsApp e Telegram non finiscono qui. Dopo questa breve introduzione voglio spiegarti come sono giunto a questa conclusione!

VoIP

Telegram, a differenza di WhatsApp, non offre ai propri utenti la possibilità di effettuare chiamate VoIP. Personalmente ciò non rappresenta un problema, semplicemente perché non ho mai effettuato chiamate tramite WhatsApp. Tuttavia sono consapevole che questo aspetto è squisitamente soggettivo. Non voglio quindi sbilanciarmi e dilungarmi più di tanto su questo argomento, lasciando il giudizio a te.

Privacy

privacy

Le persone che hanno a cuore la propria privacy dovrebbero considerare seriamente di utilizzare Telegram. Da Agosto 2016, infatti, WhatsApp ha iniziato a condividere dati personali con Facebook  al fine di utilizzarli per le proprie strategie di marketing. E’ necessario fornire il proprio consenso accettando le nuove privacy” policy, pena l’impossibilità di usare WhatsApp (poco male).

Entrambi i programmi di messaggistica istantanea utilizzano la crittografia end-to-end per proteggere le nostre conversazioni. Da notare, tuttavia, che WhatsApp la ha abilitata di default, mentre su Telegram si può usufruire di questo ulteriore grado di privacy solo tramite una chat segreta.

Chat segreta che non lascia alcuna traccia sui server e, oltre ad essere completamente assente da WhatsApp, presenta diverse funzionalità aggiuntive, come ad esempio la possibilità di impostare un timer per l’autodistruzione dei messaggi.

La vera rivoluzione

All’inizio ero scettico anche io. I bot di Telegram rappresentano però il vero cuore pulsante di questa applicazione. Ne esistono centinaia se non migliaia e tutti offrono un’esperienza diversa e spesso personalizzata sui propri bisogni/interessi. Esistono bot per scaricare musica/video da YouTube direttamente sul dispositivo che si sta utilizzando oppure altri che permettono di scansionare al volo un file per determinarne la eventuale pericolosità. Altri ancora che in base alla posizione attuale restituiscono le stazioni di rifornimento con il prezzo più conveniente nel raggio di 5 km e così via. Insomma, esiste un bot per qualsiasi cosa, e se si è abbastanza competenti si potrebbe anche creare il proprio! Forse parlare di rivoluzione è azzardato, di sicuro però è una bella innovazione rispetto a WhatsApp, in grado di renderci la vita quotidiana spesso più semplice. Provare per credere.

Altro

Oltre tutto quello di cui ti ho già parlato, bisogna inoltre aggiungere che WhatsApp NON ha un client per Linux e MacOS ma solo una interfaccia web ed un programma per Windows che non è altro se non la fotocopia dell’interfaccia web, senza alcuna funzionalità aggiuntiva. Al contrario Telegram non solo ha un’interfaccia web ma ha anche un client ufficiale per Windows, MacOS e Linux.
<h2style=”text-align: center;”>Il vero problema

got-a-problem

Convincere le persone con cui avete sempre parlato tramite WhatsApp a trasferirsi su Telegram. Io ci sono riuscito solo in parte, anche se sempre più persone iniziano ad utilizzarlo. Adesso lancio la sfida a te! Potresti riuscire in poco tempo a far cambiare idea ai tuoi colleghi/amici e convincerli che Telegram è superiore a WhatsApp.

Sono curioso di sapere cosa ne pensi di Telegram e se credi anche tu che sia una scelta migliore rispetto a WhatsApp!

Se hai trovato il post interessante puoi commentare, mettere un mi piace e/o condividerlo sul social network che più preferisci attraverso i tasti qui sotto. 

Per non perdere nemmeno un’articolo puoi iscriverti alla pagina Facebook del sito o alla nostra newsletter!

Leggi anche